Festival della Scienza Verona

Call for proposal

Condizioni di partecipazione al Festival della Scienza Verona e linee guida alla compilazione

Il Festival si svolgerà in sedi diffuse che verranno assegnate in base alle diverse esigenze. E’ importante indicare nella scheda anagrafica le caratteristiche dello spazio necessario allo svolgersi dell’attività

  1. Informazioni generali
  2. Procedura di valutazione delle proposte
  3. Informazioni utili per presentare la proposta
  4. Informazioni utili per la richiesta di spese e contributi
  5. Responsabilità
  6. Aree scientifiche e tematiche alle quali fare riferimento
  7. Agenda 2030

In occasione della seconda edizione del Festival della Scienza Verona raccogliamo proposte di eventi (mostre, laboratori, iniziative, conferenze, eventi speciali, spettacoli) che potranno entrare nel programma definitivo della manifestazione.

Associazioni, società, persone fisiche possono presentare la loro proposta progettuale inviando il documento “Anagrafica e proposte” entro l’ 11 dicembre 2020 all’indirizzo  e-mail: edu@festivalscienzaverona.it 

Enti pubblici, enti partecipati, centri di ricerca, associazioni di categoria e Ong possono presentare la loro manifestazione di interesse entro l’ 11 dicembre 2020 all’indirizzo email: direzione@festivalscienzaverona.it

Informazioni generali:

Ogni ente, associazione o realtà aziendale può inviare fino ad un massimo di due proposte di uguale o diverso genere. Ogni proposta sarà vagliata e confermata dallo staff del Festival entro il 30 dicembre 2020. 

Le tipologie di proposte possono riguardare:

  • Mostre, mostre interattive, istallazioni multimediali, visite guidate;
  • Eventi, open day aziendali, degustazioni scientifiche;
  • Conferenze, tavole rotonde e lezioni;
  • Laboratori, hackaton, eventi esperienziali con tecniche interattive come giochi ed esercizi;
  • Spettacoli, performance musicali e teatrali, proiezioni e concerti con contenuti scientifici.

E’ importante inviare una proposta completa e strutturata in modo da consentire una corretta valutazione da parte dello staff del Festival.

Il Festival della Scienza Verona incoraggia le piccole realtà e le eccellenze del territorio, le associazioni locali e i giovani. Ogni proposta dovrà avere un’attinenza ai temi trattati e precisi riferimenti scientifici.

Procedura di valutazione delle proposte:

Le proposte saranno valutate dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Festival Scienza Verona e, in caso il progetto sia selezionato, saranno poi approfondite tutte le condizioni con lo staff organizzativo e logistico. E’ importante che le comunicazioni siano complete e inviate entro le tempistiche comunicate.

La procedura di selezione avviene valutando:

  • i contenuti scientifici
  • la coerenza con le tematiche proposte
  • l’attrattività e originalità dell’evento
  • la rilevanza nazionale o internazionale dell’evento proposto
  • la capacità di coinvolgimento interattivo e di stimolo alla partecipazione attiva
  • la valenza didattica e motivazionale per studenti e insegnanti

Completata la prima fase, le proposte valutate positivamente saranno discusse direttamente con i referenti logistici e organizzativi che contatteranno direttamente i proponenti per valutarne esigenze realizzative, budget, target di riferimento.  

Informazioni utili per presentare la proposta:

Scaricare qui il documento “Anagrafica e proposte” e inviarlo a: 

Associazioni,
Società,
Persone
Fisiche
edu@
festivalscienzaverona.it
entro l’ 11 dicembre 2020
Enti Pubblici,
Enti Partecipati, Centri di Ricerca, Associazioni di Categoria e ONG
direzione@
festivalscienzaverona.it
entro l’ 11 dicembre 2020

Non verranno valutate proposte che risultano incomplete.

Ogni proposta deve avere un referente operativo con il quale potersi interfacciare per questioni organizzative e logistiche.

Deve essere specificata un’area scientifica di interesse (vedi sezione aree scientifiche e tematiche).

Per il format LABORATORI, MOSTRE, SPETTACOLI ed EVENTI si richiede:

  • Eventi adatti alle scuole. Il 50% del pubblico del Festival è costituito da classi di ogni ordine e grado
  • Eventi e iniziative rivolti alle famiglie dove i vari componenti possono partecipare attivamente
  • Iniziative e laboratori che prevedono un approccio interattivo e inclusivo con gruppi fino a 30 partecipanti
  • Le mostre o i laboratori che non prevedono veri e propri turni ma orari di apertura per la visita libera dovranno comunicare gli orari effettivi di apertura/disponibilità da parte dell’ente o in alternativa indicare esigenze di guardiania da parte del Festival
  • Eventi che prevedono animazione scientifica (le associazioni devono mettere a disposizione il proprio personale ma può essere specificata l’esigenza di volontari del Festival)
  • In caso di mostre o esposizioni è necessario allegare foto, eventuale materiale video e fornire indicazioni precise circa l’allestimento
  • Eventi che possono essere proposti per tutta la durata del Festival, eventi a spot o a durata ridotta devono avere una logistica agevole
  • Eventi che non hanno esigenze di allestimento troppo complesse o costose. Verranno valutati i casi singoli in caso di spettacoli e performance

ESEMPI: mostre fotografiche, illustrative, interattive e istallazioni, concerti, monologhi, spettacoli e performance, teatro di narrazione scientifica, teatro per ragazzi e adulti.

Per quanto riguarda le CONFERENZE (incontro frontale con il pubblico):

  • Inviare informazioni dettagliate sui relatori e il contenuto previsto (video, presentazioni, curriculum vitae, ecc.)
  • Indicare se si tratta di un evento singolo o con eventuali repliche
  • Indicare la durata (solitamente la durata standard delle conferenze varia dai 60 ai 120 minuti)
  • Proporre contenuti e un linguaggio adatti ad un pubblico trasversale non esperto. I dibattiti di taglio troppo specialistico non sono adatti alle proposte del Festival
  • Indicare il target di riferimento (scuole, famiglie, appassionati, fascia di età)
  • La policy del Festival non riconosce alcun fee di presenza ai relatori ma l’organizzazione può valutare di farsi carico di spese di vitto e alloggio

ESEMPI: Caffè scientifico (location informale), conferenza&spettacolo, conferenza per bambini e ragazzi, convegno specialistico, conversazione con moderatore, dialogo/intervista, incontro, lectio magistralis, tavola rotonda.

Informazioni utili per la richiesta di spese e contributi:

Per ogni evento in programma saranno garantite da parte del Festival i costi vivi relativi alle spese generali (spazi, dotazione tecnica di base, pulizia ecc). Oltre a questi costi il Festival sostiene costi amministrativi, organizzativi e di comunicazione.

I costi di ideazione, progettazione e allestimento sono a carico dei proponenti. Tuttavia, in funzione dei contributi e delle eventuali sponsorizzazioni, potrà essere possibile mettere a disposizione un piccolo budget per realizzare quei progetti che senza un contributo non potrebbero essere realizzati (scuole o piccole associazioni). Nel caso quindi si voglia chiedere un contributo (solo spese vive) deve essere indicato nella scheda tecnica presentata nella domanda.

Qualsiasi spesa o richiesta non preventivata nella domanda non sarà successivamente approvata da Festival Scienza Verona

Responsabilità:

Festival Scienza Verona non si assume la responsabilità dei danni causati agli spazi ospitanti. I materiali forniti vengono consegnati integri e controllati e devono essere restituiti nel medesimo stato. Festival Scienza Verona non è responsabile di eventuali furti dei materiali noleggiati.

Aree scientifiche e tematiche alle quali fare riferimento:

  • Scienze della terra, del mare e dell’ambiente
  • Scienze umane, sociali, arte e filosofia
  • Comunicazione Scientifica (progetti legati al mondo dell’informazione e della comunicazione)
  • Astrofisica, cosmologia e spazio
  • Chimica e materiali
  • Fisica, materia ed energia
  • Ingegneria Tecnologia e Industria
  • Matematica, logica ed informatica
  • Scienze della vita e biotecnologie
  • Medicina e scienze biomediche

Principali tematiche Festival Scienza Verona 2021

TITOLO: RIEVOLUZIONE

Aree tematiche 

Sostenibilità
Salute e Benessere
Sicurezza
Valorizzazione territori

Possibili declinazioni suggerite

Ambiente, biomimetica e biotecnologie
Saperi tradizionali e innovazione+
Innovazione sociale
Industria 4.0
Economia etica ed etica nell’economia: un approccio sostenibile di lungo periodo alla gestione e al profitto nelle aziende
Disabilità e vita sostenibile: quali strumenti sw e hw opensource migliorano la vita ai disabili / anziani
Opensource e sostenibilità: percorsi virtuosi per l’utilizzo di software open nelle aziende e nelle istituzioni
Innovazione e nuovi posti di lavoro: si può pensare che l’innovazione unita ad una formazione specifica crei opportunità di inserimento per disoccupati e/o disagiati? Con quale percorso?

RiEvoluzioni verso l’Agenda 2030

Anche a causa delle recenti dinamiche sorte con la situazione Covid-19 è importante investire in formazione e divulgazione di buone pratiche virtuose che mirino a un cambiamento e a uno sviluppo sostenibile per le aziende, la società e il singolo individuo.

I 17 obiettivi stabiliti dalle Nazioni Unite devono essere un monito per la proposta di ogni tipo di divulgazione scientifica e sociale

Nella nostra visione quindi vediamo:

  • Città verdi a basso consumo, dove le persone non vivono appartate, ma condividono spazi, abitudini e progetti. Case passive a basso impatto energetico.
  • La ristrutturazione e la valorizzazione di strutture esistenti limitando le nuove costruzioni
  • Accesso libero e sicuro all’acqua recuperata con sistemi innovativi che però sono frutto di conoscenze antiche.
  • Cibo sano e nutriente disponibile localmente. Favorire la Biodiversità con tecniche alternative e genuine.
  • L’uscita da una visione antropocentrica dove l’uomo non è al di sopra del sistema ma parte di esso.
  • Le economie circolari e le innovazioni sociali portano alla produzione minima dei rifiuti a favore di prodotti duraturi e facilmente riparabili.
  • L’evoluzione delle stampanti 3D dei FabLab portano all’abbattimento della produzione di risorse inutili
  • L’abbattimento delle emissioni private e pubbliche è una priorità per una qualità dell’aria migliore.
  • Abbattimento delle barriere culturali e fisiche, ogni individuo è valorizzato e non discriminato.
  • Un’economia basata sul ben-essere dell’individuo e no sul ben-avere come fonte di felicità. Le dinamiche circolari favoriscono la rete e la collaborazione tra le imprese realizzando filiere trasparenti e sostenibili.
  • L’educazione basata sulla semplicità dei valori umani e ambientali. Si può imparare molto dalla natura sulla gentilezza e la cooperazione. Apprendimenti innovativi, ludici e divertenti basati su progetti e attività concrete. Nuovi modi di stare in classe, lavorare in gruppo e condividere visioni e informazioni allo scopo di valorizzare le potenzialità di ogni singolo individuo. Interdisciplinarità creativa e educazione al cambiamento.
  • Energie rinnovabili, risparmio e massima efficienza energetica
  • Imprese capaci di lavorare in sinergia con il territorio, la comunità e nel rispetto dell’ambiente. Le imprese sono focalizzate nell’utilizzo ottimale delle risorse tecnologiche, sociali e ambientali. L’ottica della condivisione diventa una prassi.
  • La comunicazione e l’editoria sono libere e governate da logiche trasparenti e condivise
  • Il lavoro è basato sulla qualità e le caratteristiche di ogni individuo. Si lavora meno ma meglio. Il lavoro ha un’utilità sociale, è basato sulle relazioni, la realizzazione personale, la dignità e l’etica.
  • La burocrazia viene regolata e snellita contrastando la corruzione.
  • La mobilità progettata per favorire una sostenibilità economica e ambientale.
  • La salute pubblica come riferimento d’eccellenza e luogo di consapevolezza di ciascuno di noi in relazione alla comunità e ai luoghi in cui viviamo. Attivazione di centri di cultura a supporto della salute pubblica.
  • Inclusività e uscita dai ruoli stereotipati: pari opportunità, nessun pregiudizio o discriminazione
  • Un turismo responsabile ed etico, viaggi di esperienza e conoscenza per viaggiatori consapevoli e rispettosi.

    I biglietti del festival

    Acquista i biglietti per partecipare al Festival della Scienza. Con la scuola, con la famiglia e con le persone che ami.

    Biglietti

    Newsletter

    Unisciti alla newsletter per rimanere aggiornato

    Sponsor

    Arpav
    CNR
    Confcommercio Verona
    Links